News ed EventiIl risultato non premia una Ro.ce. granitica

DSC_8546
DSC_8734

Una Ro.ce. granitica, che spinge all’inverosimile ma nonostante questo non trova la strada del gol – o quantomeno non nella giusta misura – è quella che si è vista domenica in casa del Verbania, testa di serie che davanti al pubblico amico non cede la vetta della classifica pur avendo per la maggior parte dei 90′ di gioco lasciato i verdegranata padroni del campo.

Purtroppo la cabala detta le regole (” a gol perduto corrisponde gol subito”) e così nasce l’1-0 per il Verbania: riparte l’azione dopo un anticipo del portiere di casa su Latta, e su colpo di testa di Romano la Roce va in spogliatoio sotto di una rete. Alla ripresa è di nuovo il Verbania ad andare in gol con Kambo, ma i ragazzi di mister Rotolo continuano a crederci, e al 29′ la combinazione Cestagalli-Latta regala il gol tanto inseguito e si ricomincia a credere nel pareggio (che sarebbe stato il risultato più equo, visto l’andamento dell’incontro). Purtroppo negli ultimi minuti arriva il sigillo di Austoni a chiudere le speranze della Roce di fare punti in questa seconda giornata di ritorno.

“Non meritavamo di perdere, sul campo abbiamo nettamente dominato – commenta a caldo mister Giorgio Rotolo – Purtroppo ancora una volta sono mancati i gol, dobbiamo concentrarci sulle chiusure delle azioni: abbiamo dimostrato di poter mettere in difficoltà la prima in classifica, sono certo che ci risolleveremo ancora una volta da questo momento di impasse”.

Ricordiamo che il match si è aperto con un minuto di silenzio dedicato al papà del nostro Andrea Midali (la squadra ha giocato col lutto al braccio, ndr.) e alla nonna di un giocatore del Verbania.

TI PIACEREBBE GIOCARE CON NOI?